DERIVE. Festival sulla narrazione del contemporaneo e la trasversalità dei linguaggi

Il festival scaturisce dalla ricerca che Terre Blu conduce da anni sulle produzioni artistiche e culturali, le discipline e le conoscenze che caratterizzano il mondo contemporaneo. Punto focale e mission della manifestazione sono la trasversalità e l’interazione tra i saperi. La stessa dizione “Derive” intende valorizzare ciò che resta apparentemente marginale alle tradizionali rappresentazioni, luogo di confine dai margini spesso indefiniti.

Finalità dell’evento è interagire con le espressioni artistiche e le forme di rappresentazione che si sviluppano a confine tra le differenti discipline – arti visive, design, letteratura, fotografia, comunicazione e non solo – con particolare riferimento alle identità territoriali: momento di confronto tra le produzioni culturali di punta del territorio regionale e il panorama nazionale ed internazionale.

E più specificamente, obiettivo è ricercare e diffondere tali realtà attraverso studi, incontri, convegni, mostre e pubblicazioni, onde promuovere e veicolare identità spesso ancora inedite, da considerare a pieno titolo patrimonio immateriale.

Il festival è incentrato sul rapporto tra parola e immagine e sul visual storytelling come forma di narrazione e ricerca di nuovi linguaggi sperimentali.

Prossimi eventi:

venerdì 3 dicembre ore 19,00 
Suona visibile la parola
1.a serata sulla poesia a cura di Eugenio Tescione

sabato 11 dicembre ore 19,00
Sound substances – La Taccuinosofia secondo Zille
esposizione delle opere e presentazione del libro di François Zille

venerdì 17 dicembre ore 19,00
La sapienzialità di Dante
2.a serata sulla poesia a cura di Eugenio Tescione

martedì 28 dicembre ore 19,00
L’inattualità della poesia
3.a serata sulla poesia a cura di Eugenio Tescione